Video appunto: Fluidostatica - equilibrio fluido e legge di pascal
Dal punto di vista fisico i corpi solidi si dicono in equilibrio quando sono fermi e continuano a rimanere fermi, tuttavia i fluidi (ovvero liquidi e gas) sono costituiti da molecole in continuo movimento in tutte le direzioni, motivo per cui di fatto un fluido non è mai completamente “fermo”.
Un fluido si definisce in equilibrio quando il movimento delle singole molecole che lo compongono non provoca un movimento generale del corpo.

Tra le leggi relative ai fluidi vi è la “Legge di Pascal” (dal nome del suo teorizzatore), per cui “la pressione che viene esercitata sulla superficie di un fluido si trasmette inalterata a tutte le superfici a contatto con il fluido.
Vi sono diversi esperimenti per verificare ciò, ad esempio se si pone un palloncino gonfio in un contenitore contenente un fluido (necessariamente un gas, non un liquido), con un pistone in grado di scorrere verticalmente si chiude la sommità del contenitore così che il gas non fuoriesca e si comincia ad esercitare una pressione sul pistone si può notare che il palloncino si riduce di dimensione (a causa della pressione aggiuntiva) ma mantiene sempre la sua forma iniziale (se inizialmente era una sfera perfetta rimarrà sempre tale, solo riducendo il volume).
La Legge di Pascal trova anche applicazioni pratiche, specialmente nell’idraulica, ad esempio è utilizzato nei freni a disco (idraulici) delle biciclette e per il torchio idraulico, un dispositivo che permette di equilibrare pesi notevoli applicando forze ridotte.