Ominide 316 punti

Il naturalismo di Telesio

Bernardino Telesio nasce a Cosenza, studia a Padova presso l'accademia Aristotelica, la quale si riproponeva di riscoprire Aristotele e il suo metodo di indagine, basato sull'osservazione della realtà. Telesio abbracciò i principi della filosofia naturalistica che si sviluppò tra il 1400 e il 1500: essa è un indirizzo filosofico secondo cui la natura è l'oggetto primario dell'indagine metafisica. Bernardino studiava la natura secondo le leggi della natura stessa; per spiegare la natura ci sono delle leggi insite in se ed egli rifiuta gli schemi metafisici per i quali ogni cosa viene spiegata secondo dei principi e dei dettami che vanno oltre ogni tipo di esperienza.L'esempio lampante è il filosofo per antonomasia, Platone, il quale spiegava la realtà attraverso il piano delle idee. La maggiore opera di Telesio fu "La natura secondo i principi", nella quale Bernardino sostiene che bisogna contemplare il mondo e comprenderlo, grazie all'individuazione di due principi:


    il caldo, fattore passivo che dilata i corpi;

il freddo, fattore passivo che condensa;
Entrambi i fattori agiscono sulla materia, che rappresenta l'elemento attivo, a sua volta non distaccato dai primi.
Per Telesio la conoscenza più importante è quella sensibile e per lui tutte le cose sono dotate di una sensibilità, secondo la teoria del panpsichismo: noi entriamo in relazione con esse perchè la nostra sensibilità presenta la capacità di incontrare quella del mondo.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email