Mongo95 di Mongo95
Ominide 2388 punti

La mente non è altro che l’idea del corpo. Conosce il corpo e se stessa soltanto per mezzo delle idee delle modificazioni del corpo. Conosce anche i corpi esterni, e anche in questo caso per mezzo delle idee delle modificazioni. Il corpo è il mezzo insostituibile della conoscenza che la mente ha di se stessa e del mondo esterno. Quando la mente percepisce le cose senza andare oltre l’apparenza, ha una conoscenza inadeguata. Ha invece una conoscenza adeguata quando acquista consapevolezza del sistema di relazioni, concordanze e differenze in cui le cose sono inserite.
Si parla di tre gradi di conoscenza. L’opinione/immaginazione consiste nella percezione sensibile ed è inadeguata perchè si limita a considerare eventi particolari, senza esaminare nessi e cause. L’immaginazione è fallace perchè rappresenta le cose come contingenti. La ragione è il sapere della scienza, consente una conoscenza adeguata perchè coglie le cause delle cose, e le fa vedere come sono in sé, cioè non come contingenti ma come necessarie. L’intelletto, o conoscenza intuitiva, procede dall’idea adeguata dell’essenza delle cose: è la forma di conoscenza più chiara e distinta, che coglie la necessità delle cose in modo perfetto, nella sua assolutezza. Per Spinoza la conoscenza assoluta e intuitiva non è un’esperienza irrazionale, inspiegabile, come quella che porta all’estasi. È una visione intellettuale, il culmine di un itinerario razionale, al termine del quale la mente dispiega la sua massima potenza.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità