Ominide 235 punti

Rivoluzione Scientifica, nuova visione di Natura e Scienza


Sin dal 1954 si definisce Rivoluzione Scientifica il periodo tra 1543 e 1687

Rivoluzione scientifica e Filosofia


Sin dal 1954 si definisce Rivoluzione Scientifica il periodo tra 1543 e 1687
Nuovo modo di vedere natura e scienza
Durante il periodo della Rivoluzione scientifica la Scienza inizia a essere considerata come un Ordine programmaticamente spogliato di ogni attributo, valore o qualità umana. La Scienza è fondata sul sapere matematico, esso si fonda sul calcolo e sulla misura quindi sulla quantificazione di grandezze e fenomeni. Questo procedimento è un procedimento intersoggettivo non soggetto a interpretazione dove i procedimenti sono spesso resi pubblici e universalmente validi, il suo fine è la conoscenza oggettiva del mondo.
Mentre la Natura prende la connotazione di un ordine causale in cui nulla avviene a caso dato che qualsiasi cosa è governato dal principio causa-effetto. La Natura è l'insieme di relazioni che legano i fatti tra loro e insieme delle leggi che regolano i fenomeni e li rendono prevedibili.

Premesse Storiche sociali e culturali

I Fattori che hanno prodotto lo sviluppo della scienza sono
• Ambiente sociale ed economico (Monarchie Regionali e civiltà borghese)
• Alleanza tra Artigiani e tecnici
• Legame con la mentalità rinascimentale
• Idee Extrascientifiche
In questo periodo notiamo un esponenziale aumento delle richieste tecniche nell' artigianato.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email