La filosofia nasce in Grecia tra VII e VI secolo a.C.,non nasce nella madre patria ma nelle colonie ioniche dell'Asia Minore. La sapienza occidentale si differenzia da quella orientale tradizionalista e religiosa, poiché, in quanto filosofia, è una ricerca razionale e critica che nasce dalla libertà. Secondo i greci ogni uomo può filosofare perché l'essere umano è un animale razionale e la sua razionalità consiste proprio nella possibilità di ricercare in modo autonomo la verità. L'uomo da sempre si è interrogato circa l origine dell'universo e delle cose che lo circondavano e non solo, dandosi risposte mitologiche, lontane dalla realtà. Con il passare del tempo e l'evolversi dell'uomo e a società le risposte del passato non bastavano più, l'uomo sentiva l'esigenza di risposte più razionali. Da questa necessità nasce la filosofia. E nasce non a caso nelle colonie greche dove cominciarono a nascere le prime foeme di democrazia della storia. Nelle colonie grazie alla libera circolazione di merce idee ed esperienze si era sviluppata una mentalità più elastica e una società aperta che garantì la nascita e lo sviluppo della filosofia. Successivamente anche ad Atene nacquero forme istituzionali democratiche e nel tempo divenne capitale della vita intellettuale della Grecia e capitale della filosofia. Importante per lo sviluppo della filosofia fu anche la poesia che sviluppo i concetti fondamentali per il filosofo per l'interpretazione del mondo. La parola filosofia deriva dal greco philen e sophia e significa amore del sapere. Fu utilizzata per la prima volta da Pitagora per indicare la contemplazione disinteressata dei filosofi. La filosofia presso i greci era la regina del sapere.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email