sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Newton-

Isaac Newton è stato insieme a Galileo il padre del Metodo Scientifico.

Egli scrisse l’opera dei “Principia”, dove illustra tutti i principi della filosofia naturale secondo un linguaggio matematico; quest’opera è formata da definizione, attraverso le quali illustra varie forze (forza d’inerzia, centripeta, centrifuga, ecc…) o grandezze fisiche, come la massa o il peso.

Egli evidenzia come la mente dell’uomo sia completamente vuota al momento della nascita, infatti era sostenitore dell’empirismo.

Newton ha una concezione matematica e meccanicistica della natura, dove tutto è interpretabile per causa-effetto.

Secondo Newton esistono ‘Tre Regole del Filosofare’:

1. Semplicità della Natura: in natura esistono solo cose verificabili che spiegano l’esistenza dei fenomeni; non esistono troppe cause; tutto ciò che accade, accade per un preciso motivo.

2. Uniformità della Natura: esistono cause semplici che possono essere estese a situazioni analoghe.

3. Omogeneità della Natura: la natura è invariabile, regolare e prevedibile.

4. Controllo delle Teorie: se con osservazioni od esperimenti qualcosa cambia, bisogna considerare un cambiamento anche all’interno delle teorie scientifiche.

Newton arrivò anche ad affermare, attraverso la Legge della Gravitazione Universale, che due corpi si attraggono l’un l’altro; questa è una differenza rispetto a Cartesio, che mai avrebbe ammesso che un corpo influenza un altro a grande distanza.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email