Ominide 4103 punti

Quali sono le differenze tra il naturalismo rinascimentale ed il naturalismo dell'età moderna?

Il rinascimento rifiuta la dottrina del dualismo aristotelico (mondo celeste e mondo terrestre) ed afferma l'unità dell'universo. Il mondo è costituito di materia animata ed è simile per struttura e per essenza alla natura umana. Di qui derivano il pampsichismo ed il rapporto esistente tra la realtà naturale e l'uomo, espresso con i termini di macrocosmo e di microcosmo. In conseguenza di questa concezione l'indagine conoscitiva è volta a ricercare in ogni cosa le specifiche caratteristiche che la distinguono e la rendono diversa dalle altre cose, perché ogni essere è un centro spontaneo ed attivo di vita e possiede una propria spiritualità.
I risultati di questa ricerca, condotta spesso con il ricorso ad elementi magici ed astrologici, sono la classificazione gerarchica degli esseri, secondo il loro grado di perfezione, e la visione finalistica dell'universo, il quale è considerato manifestazione di Dio e quindi tale da rivelare l'impronta divina.

Il pensiero moderno dichiara che gli esseri della natura non sono centri spontanei e creatori di vita e non si distinguono fra loro per qualità diverse: essi invece sono omogenei e la loro differenza consiste solo nella qualità. in tal modo la realtà è veramente unificata.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email