melaisa di melaisa
Ominide 2160 punti

La nascita della scienza moderna


Il primo ad utilizzare il termine "rivoluzione scientifica" fu Alfred Rupert Hall che nel 1954 pubblicò la sua opera intitolata "The scientific Revolution", definendone l'albito cronologico tra la data di pubblicazione del capolavoro di copernico e quella di Newton.
Ma perché la scienza moderna è nata solo nell'età moderna? Il ritardo fu provocato dalle forze ostili, cioè dalla Chiesa e dalla cultura ufficiale.
Quali sono i fattori che hanno prodotto la scienza? Lo sviluppo delle scienze naturali e la nascita del naturalismo.
Dalla rivoluzione scientifica emergono:
-concezione della natura come ordine oggettivo e casualmente strutturato di relazioni governate da leggi;
-concezione della scienza come sapere sperimentale-matematico e intersoggettivamente valido, avente come scopo la conoscenza del mondo circostante e il dominio di esso da parte dell'uomo.
La natura come ordine oggettivo poichè doveva essere studiato scientificamente; come ordine causale cioè costituito da fenomeni osservabili legati tra loro da un rapporto di causa effetto; retto da leggi poichè la natura è l'insieme di leggi che regolano i fenomeni e li rendono prevedibili.
La scienza come sapere sperimentale poichè si fonda sull'osservazione dei fenomeni, sulla raccolta dei dati, sulla formulazione di ipotesi matematiche; come sapere matematico poichè si fonda sul calcolo e sulla misura; come sapere intersoggettivo poichè vuole essere accessibile a tutti e le sue scoperte devono essere universalmente valide. Il fine della scienza è la conoscenza oggettiva del mondo e delle sue leggi.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email