Ominide 622 punti

I momenti del procedimento dialettico hegeliano


Essi sono tre: tesi, antitesi e sintesi.
- Tesi (o momento astratto): il nostro pensiero si pone di fronte ad ogni singolo elemento della realtà e lo definisce per quello che è individualmente, senza pensarlo in relazione agli altri aspetti della realtà, secondo il principio aristotelico di identità o non contraddizione (le cose solo quello che sono).

- Antitesi (o momento dialettico): inizio a pensare quel particolare elemento della realtà in relazione a ciò che questo elemento non è. Il nostro pensiero viene messo in movimento ed inizia ad instaurare tra elementi della realtà una relazione.
- sintesi (o superamento dell’opposizione): riconosco che quell’elemento che ho definito con la tesi e che ho messo in relazione con l’antitesi, appartiene ad una totalità che è la stessa totalità a cui appartengono gli elementi ad esso opposti. La sintesi toglie l’opposizione ma conserva tutti gli elementi pensati in opposizione tra loro.Per comprendere la totalità della realtà ed il ruolo di ogni singolo aspetto che la compone, bisogna capire e definire tutti gli elementi singoli della realtà, caratterizzati dall’opposizione, e metterli in relazione tra loro, poiché quest’opposizione è apparente in quanto ogni particolare aspetto è necessario alla realtà.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email