r25 di r25
Ominide 1798 punti

Le forme a priori


Kant dice che a livello della sensibilità intervengono due forme a priori che organizzano il dato che ci viene dato dall’esterno. L’informazione viene trattata attraverso due forme a priori che per Kant sono forme a priori della sensibilità: il tempo e lo spazio.
Lo spazio per quanto riguarda i dati che ci vengono dall’esterno e il tempo per quanto riguarda i dati che ci vengono dall’interno come ad esempio i nostri pensieri e le sensazioni che proviamo.

Infatti kant afferma che il tempo è la forma del senso interno e lo spazio è la forma del senso esterno.
Abbiamo 2 forme che a livello di sensibilità ci permettono di conoscere l’oggetto , di intuirlo.
Per Kant il tempo da un certo punto di vista è più importante dello spazio perché Kant dice che tutti gli oggetti sono nel tempo anche se non possono essere nello spazio ; quindi il tempo da questo punto di vista rappresenta la forma generale della sensibilità perché ci può essere un tempo senza spazio ma non ci potrà mai essere uno spazio senza tempo.
Un oggetto nel momento in cui lo percepisco nel mondo esterno gli do anche una collocazione temporale.
Quindi il tempo per Kant diventa più importante dello spazio proprio perché ci possono essere cose senza spazio ma mai senza tempo. Il tempo e lo spazio sono le due forme che noi applichiamo al dato.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email