Erectus 1117 punti

Kant – Dissertazione


Nel 1769 lo studio di Hume produce in Immanuel Kant una grande luce e in virtù di questa grande luce presenta nell'occasione della nomina a professore ordinario di logica e metafisica università di Königsberg la cosiddetta dissertazione inaugurale che propone una soluzione critica al problema di spazio e tempo.
La conoscenza secondo Kant è sensibile e intellettuale.
La conoscenza sensibile è dovute alla ricettività del soggetto, ha per oggetto la cosa come appare rispetto al soggetto e si suddivide in materia, forma, apparenza ed esperienza.
La materia è una sensazione ovvero una modificazione degli organi di senso. La forma è legge indipendente dalla sensibilità, ordina la materia sensibile.
L'apparenza è la conoscenza sensibile iniziale che non si avvale dell'intelletto logico, attraverso la riflessione si passa da apparenza a esperienza.
L'esperienza è il confronto operato tra una molteplicità di apparenze ed è una forma di conoscenza e riflessiva che ha come oggetto i fenomeni.
A differenza della conoscenza sensibile, la conoscenza intellettuale permette di cogliere le cose come sono nel loro ordine intellegibile e non come appaiono.
Tempo e spazio sono propedeutici alla conoscenza sensibile e si definiscono intuizioni pure in quanto precedono e sono indipendenti dalle conoscenze sensibili e servono alla mente umana per ordinare tutti i dati sensibili. Sono condizioni soggettive e necessarie.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email