Ominide 4103 punti

Le leggi dell'associazionismo

Hume introduce all'interno della suo sistema filosofico il concetto di associazionismo, che spiega i fatti psichici ammettendo che le impressioni e le idee si collegano fra loro per inclinazione naturale e per attrazione spontanea per cui, quando alla coscienza si presenta una impressione, questa richiama meccanicamente le idee già sperimentate che hanno con essa un legame particolare. Così la vivacità dell'impressione attuale si riversa sulle idee rievocate e queste assumono una evidenza ed una forza tali da apparire veraci e degne di fede.
Le leggi, secondo le quali le impressioni e le idee si associano sono quattro: somiglianza, contrasto, contiguità spaziale e temporale, causa ed effetto.
Scrive lo stesso filosofo, Hume, nella sua "Ricerca sull'intelletto umano":
"A me pare che vi siano principi di associazione fra le idee, come somiglianza, contiguità nello spazio e nel tempo, causa ed effetto. Che questi principi servano a connettere le idee non potrà essere messo in dubbio. Un ritratto conduce naturalmente i nostri pensieri all'originale (somiglianza); la menzione di un appartamento di una casa conduce a domandare o a discorrere degli altri (contiguità); e se noi pensiamo a una ferita, è improbabile che noi possiamo astenerci dal riflettere sul dolore che ne segue (causalità)".

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email