Questo appunto contiene un allegato
Hobbes, Thomas - Riassunto scaricato 12 volte

Hobbes

Filosofo inglese del 1600 --> in Inghilterra rivoluzioni borghesi--> passaggio da monarchia assoluta a monarchia parlamentare, controllata dalla borghesia.

Hobbes, schierato dalla parte della monarchia, vede le guerre civili con grande preoccupazione.
=>
1° compito della politica = evitare le guerre civili
2° compito = garantire la sicurezza personale dei cittadini
=> necessario uno stato assoluto, con potere assoluto. Prima c’era, ma non deve essere un’imposizione dall’alto come invece era prima.
Deve essere frutto di un consenso popolare detto contratto sociale.
= tutta la popolazione, in accordo, decide che c’è un potere assoluto. Unico limite: non calpestare la sicurezza personale dei cittadini.
Hobbes era un razionalista (ragione prima dei sensi). Anche per lui l’universo è meccanicistico, un grande meccanismo. È radicale in questa posizione, la estremizza: tutto il sapere umano deve essere studiato come si studia la fisica.

Quindi anche la politica non è altro che fisica.
-->Riduzionismo(si approccia alla conoscenza solo dal punto di vista del funzionamento fisico).
Per Hobbes non esistono 2 sostanze come per Cartesio, ma una sola: la res extensa, la materia.
Il pensiero, la res cogita, invece, non è altro che una possibilità della materia. Come lo argomenta? --> io penso a una cosa, il mio braccio la fa. Pensiero e materia sono la stessa sostanza, così possono essere collegati. E se so che il braccio è materia, allora anche il pensiero è materia.
Anche Dio è materia.
L’uomo e gli animali, che sono un meccanismo, sono programmati per preservarsi. Non possono evitare di salvarsi la vita.
In uno stato di natura è inevitabile che gli uomini si facciano del male gli uni con gli altri, che si uccidano.
=>in uno stato di natura non siamo sicuri di sopravvivere. Hai i tuoi diritti, però non sei mai sicuro.=> noi capiamo con la ragione, che se tutti insieme autolimitiamo le nostre libertà ci garantiamo la sopravvivenza e siamo molto più sicuri.
-in questo entra in contrasto con le idee di Rousseau, il quale sosteneva: in uno stato di natura gli uomini vivono in pace, con l’introduzione della proprietà privata essi si fanno del male. => bisogna ritornare ad una situazione simile allo stato di natura.

opera scritta: Il “Levitano” ->raccoglie in esso la sua idea
Il levitano è un mostro biblico, perché la gente deve avere paura del governo, così da rispettarlo.

Il governo non può toccare sicurezza personale e proprietà privata.
In una società così organizzata, deve esserci il divieto di ribellione, se il governo sta agli accordi presi.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email