Spirito oggettivo in Hegel


Lo spirito oggettivo è lo spirito visto come collettività nelle sue istituzioni fondamentali.
I momenti dello spirito oggettivo sono: diritto, moraità ed eticità.
-Il diritto astratto si divde in:
>libertà: esterna alle persone
>proprietà: rapporto fra l'individuo e la cosa esterna
>contratto: rapporto di reciproco riconoscimento tra le persone.
Il diritto penale si articola in diritto, delitto e pena. La pena ha lo scopo di reinserire nell'ordine giuridico la persona del reo che con i suo comportamento se n'è allotanato.
-Moralità: il diritto va interiorizzato, non contano più i rapporti esterni ma i propositi interni, le buone intenzioni e la buona volontà. Per Hegel non basta che il bene sia voluto, occorre che sia anche realizzato.
-Eticità: nell'eticità si uniscono il diritto astratto e la moralità.
Il bene realizzato è consapevole quando la moralità si attua come bene concreto.
L'eticità si realizza in tre momenti:
>Famiglia: un'unità spirituale formata sull'amore e la fiducia. Essa in articola in matrimonio, patrimonio ed educazione dei figli.
>Società civile: è l'insieme di tutte le attività pratiche in cui le azioni individuali sono legate fra loro da leggi economiche naturali, da disposiioni legali e amminitrative.
>Stato: momento culminante dell'etica dove si riafferma la famiglia.
Lo stato è una grande famiglia, l'incarnazione della moralità e del bene comune, fuori dallo stato gli individui sono una moltitudine informe.
Non sono gli individui a formare lo stato ma è lo stato a formare gli individui, esso deve operare solo attraverso le leggi.
La costituzione nasce dalla vita coolettiva.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email