Mongo95 di Mongo95
Ominide 2074 punti

L’uomo, unico essere del Creato che ha la prerogativa di poter attingere a tutti i caratteri disponibili, a seconda della propria scelta. È un’incredibile forma di libertà concessa agli esseri umani, cioè la libertà di poter operare tutte le scelte possibili. Però, paradossalmente, è proprio qui che sta anche il suo limite: la libertà non è affatto illimitata come sembra, perché è conferita, non presa da sè (limite strutturale, di partenza); in più non tutte le scelte hanno lo stesso valore (limite in arrivo). Infatti l’uomo viene instradato verso un intento ben preciso, che implica che una scelta obbligata vada fatta se si vuole esprimere appieno le proprie potenzialità. Le scelte sono fondamentalmente due: verso l’alto o verso il basso. L’uomo occupa infatti una posizione “mediana”, è un elemento di raccordo tra mondano e divino, ma a Dio deve sempre rispondere. Il suo rischio drammatico, in questo limite costitutivo, è assimilarsi ai bruti, abbassandosi e rinunciando alle prerogative migliori, che sono invece quelle dell’innalzamento a Dio. Come si percorre questa retta strada ce lo indica la teologia, la conoscenza del divino.

Il testo in questione è spesso visto, a torto, come il manifesto della concezione umanista dell’uomo, che però in questo caso si inquadra in ottica cristiana. Infatti molti autori di questo periodo sono anche cristiani impegnati. In Pico non c’è concezione laica dell’uomo, il quale gode di una libertà molto particolare, la cui grandezza è però inconcepibile al di fuori della prospettiva cristiana. La sua superiorità giunge dall’esterno, non per mezzi propri, quindi si devono agire scelte precise per meritarsela. Si è liberi di fare la scelta giusta, ma si hanno di fronte tutte le possibilità, che in sé non sono tutte uguali. Anche se nel testo stesso ci sono appigli di tipo lessicale che possono giustificare interpretazioni opposte: totale libertà di scelta, oppure concessione divina della libertà.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email