Renato De Cartes (Cartesio)


Vero padre della filosofia moderna. Non è solo un filosofo ma anche uno scienziato. Introdusse la geometria analitica (riunificò i due rami della matematica e della geometria).
Doppio obiettivo: dare alla scienza una base generale filosofica, che ancora mancava. La scienza aveva bisogno di basare le sue ricerche su teorie generali, sulla concezione generale della realtà. Soggettivismo.
Accordare il pensiero filosofico e scientifico con la dottrina cristiana: la scienza si basava su di una dimensione (deterministica) contraria a quella cristiana.
È il primo rappresentante di quell'indirizzo filosofico che è il Razionalismo. Indirizzo che pretende di darci una conoscenza della realtà partendo da principi indiscutibili (indimostrabile) (per Cartesio “cogito ergo sum”) da qui il soggettivismo: spregiudicatezza, credere solamente a ciò che possiamo vedere chiaramente e distintamente.

Per procurarci la vera conoscenza della realtà dobbiamo ragionare con idee indiscutibili.
Il “mondo” opera fondamentale di Cartesio (più scientifica che filosofica). Collegamento delle due branche matematiche che dopo il fallito tentativo di Pitagora furono studiate distaccatamente.
Contributo astronomico: teoria dei vortici. Egli nega l'esistenza del vuoto perché il vuoto sarebbe un'estensione che è un attributo e quindi senza un capo, corpo non esiste. Sarebbe come dire che esiste, ma senza corpo esteso tutti i corpi sono immersi in una materia così sottile: come corpi nell'acqua.
La quantità di modo esistente nell'universo è sempre la stessa. Dio ha creato la materia imprimendogli un certo moto che è sempre lo stesso anche se si ridistribuisce.
Quando due corpi si incontrano di striscio, girano intorno a se stessi ed attirano altri corpi formando dei vortici. Una pagliuzza che si avvicina ad un vortice nell'acqua incomincia a girare , così fanno i pianeti immersi nell'etere che con il suo moto vorticoso li attira.
Scoperta della circolazione del sangue: per Harvey, il sangue circola perché il cuore è una pompa mentre per Cartesio il cuore è fonte di calore e facendo aumentare il volume del sangue permette la circolazione. Il contributo assoluto di Cartesio fu il poter tradurre lo spazio in numeri ed i numeri in spazio (geometria analitica).

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email