Bacone


Empirismo e induttivismo


In Inghilterra la dottrina era già molto praticata: quale novità introduce Bacone? Migliora e rende più preciso e rigoroso, attraverso procedure innovative, il metodo. Questa è la novità rispetto ai suoi predecessori.

La visione di Bacone esalta la scienza e tecnologia. In lui è sempre presente una capacità di cambiare il mondo, ovviamente in meglio questo modello si chiama positivismo, lui la chiamerà “scienza activa”

Biografia

Bacone nasce nel 1561 in Inghilterra. La sua famiglia è di nobile origini. La sua attività era per lo più politica. (Molto amico del conte di Essecks)
• La prima opera da lui scritta fu “Novum Organum”, riprende il termine aristotelico, questo significa che il vecchio organo non è più sufficiente, non va più bene. Quest’opera è di carattere metodologico, si opera per creare e fornire un nuovo metodo, più efficace e rigoroso. Proprio a bacone si attribuisce l’invenzione dei termini “pars costruens” e “pars destruens”.
• La seconda opera si chiama “Nuova Atlantide”, l’obiettivo preposto è la creazione di una città ideale, perfetta, governata dalla scienza. Questo testo è caratterizzato da una visione utopistica e tecnologica. “Plus Ultra”, questo termine riassume l’idea di Bacone del mondo; La scienza deve essere il progresso dell’umanità, ed essa non ha limiti.

Critica alle filosofie a lui precedenti

• Platone: Secondo Bacone era poco legato alla realtà e troppo chiuso mentalmente. Per questo motivo non era adatto.
Aristotele: Bacone lo reputa un “ciarlatano”, per questo motivo creerà un “novum organum”. Ha la colpa di aver reso metafisiche idee geniali provenienti dalla Grecia.
• Cultura rinascimentale: Caratterizzata da magie, riti ecc. Secondo Bacone sono modo illeciti per giungere alla natura.
• Naturalisti: Non vengono in alcun modo sminuiti, però Bacone afferma che non avevamo i mezzi adatti e che il loro metodo di approccio con la natura non fosse totalmente corretto. Era da Bacone ritenuto “troppo violento”.

Secondo Bacone, la scienza è:
• Activa: è capace di cambiare concretamente le cose, rendere il mondo migliore;
• Lucifera: portatrice di luce, progresso;
• Fruttifera: portatrice di frutti, di benefici all’uomo;

N’è deriva una concezione di scienza fortemente legata alla ragione;

Bacone, inoltre, si prepone l’obiettivo di riorganizzare il sapere -> “instauratio magna” -> è un contesto particolare, quello delle scienze naturali (meno teoriche e più pratiche) come biologia, chimica ecc.

Metodo

La dimensione metodologica viene descritta nel testo “novum organum”, una rielaborazione della logica classica di Aristotele, in linea con la scienza dell’epoca e quindi secondo un metodo induttivo (dall’esperienza sensibile alle leggi generali). Solo l’osservazione e l’analisi potrà fornire un nuovo metodo.
Per Bacone, l’esperienza deve essere analizzata sistematicamente con precisione, dividendo l’oggetto di studio in molte parti (Nell’induzione non si può sminuire, non si può correre).

Metodo di Bacone è riassunto in due fasi:
• Pars destruens: demolizione del sapere precedente (in particolare Aristotele);
• Pars costruens: costruzione di un nuovo stabile sapere;

Pars destruens, Bacone demolisce il vecchio sapere, in particolare egli chiama idola, idoli, i modelli dei suoi predecessori; In altre parole l’idoli sono i pregiudizi dell’uomo. Bacone individua 4 idoli:
1. Idoli della tribù: Sono preconcetti propri dell’uomo antico, ma anche di quello moderno. Consiste nel cercare concetti la dove non ci sono;
2. Idoli della caverna: (rif. a Platone), L’uomo è come se vivesse in una caverna, in base a ciò che ha appreso da famiglia e precetti; Ogni uomo ha ricevuto un’educazione diversa, ne deriva che ogni uomo viva in una propria caverna.
3. Idoli del foro: (inteso come piazza) Riguarda la comunicazione, ogni uomo ha un suo linguaggio, anche se di per sé condizionale; i modelli/idoli possono influenzare le condizionalità del linguaggio;

4. Idoli del teatro: Derivano dalle filosofie antiche, le quali somigliano a favole che narrano mondi fittizi e rappresentate come in un teatro;

In particolare Bacone critica le filosofie di:
• Naturalisti: basano tutta la filosofia sulla deduzione;
• Empiristi: fanno rapide osservazioni e dopo formulano delle leggi;
• Superstizioni: praticano concetti mistici, confondono le cose reali parlando misticamente;

Pars costruens, Bacone edifica il nuovo sapere, afferma quale dovrebbe essere il compito dello scienziato moderno attraverso una metafora:

“Le formiche razzolano tutto quello che trovano e portano a casa; i ragni creano la tela da se stessi, la quale gli permette di muoversi ; Le api invece sono come lo scienziato moderno, passano da fiore a fiore e selezionano il polline che gli interessa”

• Le formiche sono gli empiristi: raccolgono dati casualmente e arrivano sempre casualmente alla verità;
• I ragni sono i razionalisti: tramite la testa, l’intelletto, giungono alla verità;
• Le api sono lo scienziato moderno: raccolgono dati e campioni e solo dopo aver fatto una selezione, trattengono solo ciò che gli interessa;

In che modo lo scienziato cataloga le cosa?

• 1^ ambito: tavole della presenza: cataloga in questa categoria tutte le cose che hanno a che fare con la medesima cosa. Es: calore -> dove esso si manifesta.
• 2^ ambito: tavole delle assenze: sono ambiti in cui apparentemente una cosa dovrebbe produrre una certa realtà, ma non lo fa. Es: calore -> raggi della luna.
• 3^ ambito: tavole dei gradi: in un fenomeno ci possono essere delle gradazioni, cioè chi fa più e chi meno. Es: sole caldo + del fuoco.

Si tratta di un modo per archiviare/organizzare la realtà.

1. Prima vendemmia: io ho tanti dati, gli ho archiviati e dopodiche deve ragionarci per formulare una mia ipotesi.
Dopodiche bisogna portare le insostanza;
Successivamente, bisogna portare quello definitivo, le insostanze crucis, ossia il resoconto finale. La scelta definitva.

Per raggiungere la fine del processo induttivo, Bacone , così come il filosofo in generale, deve ricercare la forma (sembrerebbe un ritorno alla filosofia aristotelica), egli ne individua due:
• Latens schematinus: la radice interna di un fenomeno.
• Latens processum: indica un concetto di progresso e di sviluppo;
Non sono forme concrete, bensì si tratta di radici interne/formule interne; Il concetto di forma è ambiguo, non è una forma fisica: si potrebbe interpretare come un’idea arretrata oppure progressista, per questo motivo è ambigua.
Bacone ha una concezione moderna, la scienza deve essere un lavoro di equipe -> questa idea è presente nella sua utopia.

Utopia

La nuova atlantide, un’isola dove c’è una società avanzatissima composta da scienziati e tecnocati, la società è di studio e al servizio della città. Opera finalizzata per far vivere l’uomo al meglio delle sue possibilità. L’opera non verrà mai conclusa.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email