pser di pser
Ominide 5819 punti

DIFFERENZE PLOTINO - PLATONE

Plotino è considerato in modo unanime da tutti gli studiosi di storia della filosofia il principale esponente della corrente filosofica del neoplatonismo, cosi chiamata per indicare una ripresa ed un innovamento del pensiero platonico. In effetti il pensiero di Plotino è profondamente legato a quello platonico, anche se non mancano delle differenze significative e notevoli. Plotino ad esempio ha una scarsa considerazione della vita politica, che invece era il cuore della dottrina platonica, anche se si impegno con l'imperatore per costruire una città che avrebbe dovuto chiamarsi con il nome non molto originale di Platonopoli.
In realtà il suo intento non era quello di attuarvi il modello di stato ideale platonico ma di dar vita ad una comunità di filosofi e pensatori che avrebbero potuto dedicarsi alla filosofia lontano dai turbamenti del mondo. Anche la sua scuola presenta differenze con l'accademia platonica: la partecipazione era ad esempio aperta a tutti e anche diversi senatori nonché l'imperatore stesso con la sua consorte vi partecipavano cosi come era sorprendentemente numerosa la presenza femminile. Il fatto che Plotino non si occupo della politica fece si che venne bollato da molti suoi detrattori un Platone senza politica, mentre invece egli innovo il pensiero platonico.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Medievale?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email