Habilis 4634 punti

Teoria dei bisogni e delle responsabilità


Agnes Heller dapprima rielabora la filosofia di Marx in chiave antropologica e
anti-economicista, descrivendola in termini di teoria dei bisogni, di conflitto fra bisogni e potere. Successivamente, si pone il problema delle condizioni di possibilità della vita morale. Oggi si è a un bivio: da un lato, l’individuo tende ad affermarsi come l’unica fonte della moralità; dall’altro, dovrebbe assumersi fino in fondo la responsabilità delle sue scelte di fronte agli altri. La situazione è aperta a due sbocchi possibili.

L'etica dell'alterità


Un’etica della differenza, dell’alterità è quella di Emmanuel Lévinas. Il nostro rapporto col mondo è un rapporto con l’Altro, che la tradizione metafisica occidentale ha cercato di assorbire, identificando l’altro a sé, spogliandolo della sua alterità.

L'etica della comunicazione


Un’etica della comunicazione è quella di Karl Otto Apel e Jùrgen Habermas. Essa è fondata sull’agire comunicativo, sulla comunità illimitata della comunicazione, su un agire orientato verso l’intesa. La razionalità discorsiva è pratico-emancipativa: conduce, cioè, alla formazione collettiva di volontà mediante procedure discorsive, di comunicazione e confronto, libere, sottratte a ogni forma di controllo e condizionamento e aperte alla partecipazione e al contributo di ciascuno.

Le etiche applicate


Di una crescita della domanda di etica nella società contemporanea è anche dimostrazione il fiorire delle etiche applicate, ad esempio la bioetica, l’etica ecologica e l’etica dei diritti degli animali.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email