pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

In L'essere e il nulla si evidenziava una concezione estremamente negativa dell'esistenza; negli ambienti culturali dell'epoca fu, per un verso, accettata, per l'altro verso fu biasimata come altamente negativa, corrosiva della fattività sociale. In effetti, questa filosofia sottointendeva una concezione inusuale e anticonformista, incompatibile con la civiltà borghese. Sartre criticava perbenismo ipocrita e falso; la borghesia ricambiava, respingendo l'Esistenzialismo come fattore destabilizzante del proprio ordine. Specialmente all'indomani dell'immane catastrofe della Seconda guerra mondiale, la borghesia proponeva la ricostruzione morale e materiale; l'Esistenzialismo le appariva arrendevole, attonito, piegato sulla coscienza angosciata; se l'uomo è «gettato» nella realtà, e questa è inutilizzabile ai fini costruttivi, non resta che la passiva accettazione, o il rifiuto della vita. Tutte le opere di Sartre successive alla guerra esprimono, invece, il proposito di inserirsi nella necessaria opera di ricostruzione culturale: il filosofo vi appare «impegnato» politicamente, e avanza la teoria di una possibile «apertura» della coscienza agli «altri per-sé»; tale novità teoretica allontana Sartre dall'Esistenzialismo tedesco. Scrive Sartre in L'Esistenzialismo è un umanismo: «La parola umanismo ha due diverse accezioni: la dottrina che considera l'uomo come fine e valore superiore (l'Esistenzialismo dispensa da ogni assurda valutazione del genere)... Quello che noi chiamiamo Esistenzialismo è la connessione tra trascendenza, come costitutiva dell'essere (non nel senso che si dà alla parola quando si dice che Dio è trascendente, ma nel senso di superamento) e la soggettività, nel senso che l'uomo non è chiuso in se stesso, ma sempre presente in un universo umano... Noi sosteniamo che non c'è altro legislatore al di fuori dell'uomo».

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove