Riego di Riego
VIP 1004 punti

POSITIVISMO

Il positivismo è un movimento culturale che si diffuse in Europa intorno alla metà del 1800, con l’obiettivo di valorizzare la ricerca scientifica nella convinzione che essa rappresentasse la fonte principale di progresso per la società. Si tratta di un atteggiamento di fiducia nella scienza che caratterizza una parte importante della cultura dell’Ottocento con un’attesa “positiva” del futuro. Al centro della corrente culturale del positivismo, fondata dal francese Auguste Comte, si trova un profondo desiderio di oggettività: bersaglio polemico principale del positivismo furono le concezioni secondo cui, dietro i fenomeni della natura agivano forze superiori e misteriose. Il positivismo riteneva che l’esistenza di una divinità o di una realtà ultraterrena sfuggisse del tutto alle possibilità della conoscenza umana che doveva limitarsi all’esame di ciò che poteva essere verificato ed espresso in termini di leggi scientifiche. Il nome di questo movimento deriva dall’orientamento di fondo: dall’attenzione ai puri e semplici dati di fatto, alla realtà “positiva” ossia concreta, effettiva. Il termine “positivo”assunse il significato di “sicuro”, “certo” in quanto rilevabile attraverso gli esperimenti; “positivo” veniva contrapposto a “ipotetico” o “indimostrabile”. Il positivismo era convinto che l’uomo potesse conoscere la realtà naturale nei termini della certezza assoluta, perché riteneva che il cosmo fosse regolato da leggi rigide e necessarie, ovvero fisse e non modificabili, quindi mai soggette a variazioni ed eccezioni. Il positivismo si trasformò in una specie di “fede” o meglio, di una mentalità che attendeva dal progresso scientifico la soluzione di tutti i problemi dell’uomo. Quest’ultimo era preso in considerazione solo come essere materiale e fisico, come un’entità biologica che andava studiato con metodo scientifico. Caratteristiche del positivismo furono:
1) Primato della scienza: l’unico metodo di conoscenza è quello delle scienze naturali;
2) Il metodo delle scienze naturali non vale solo per lo studio della natura ma anche per lo studio della società;
3) La sociologia, scienza dei fatti naturali ossia dei rapporti umani e sociali, è frutto del programma filosofico positivistico;
4) La scienza è esaltata come unico mezzo per risolvere tutti i problemi umani e sociali;
5) Il positivismo vede vicina un’era di ottimismo.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email