Ominide 4552 punti

La critica a Marx e alla psicoanalisi

Popper definisce il marxismo e la psicoanalisi teorie omniesplicative poiché le categorie su cui si basano permettono di spiegare ogni cosa (omnes). Ciò però non presuppone la falsificabilità, dunque non sono scientifiche.
Popper dice che analizzando questi due orientamenti sarà inevitabile, fino ad una smentita, definirli teorie omniesplicative.

Rapporto tra mente e corpo (nuvole e orologi)

Popper spiega il rapporto che intercorre tra mente e corpo. Per fare ciò, egli cerca di spiegarne l’interazione e, in particolare, la natura della mente. Con mente si intende la produzione culturale del nostro cervello, come ad esempio l’idea di anima. Tutto ciò che noi pensiamo è mente: la mente è quindi il mondo delle idee e dello spirito, cioè tutto ciò che viene prodotto dalla materia. Per spiegare le caratteristiche del nostro intelletto, Popper pone un’analogia con la nuvola, in perenne movimento e cambiamento. La nostra mente, così come le nuvole, è caratterizzata dal dinamismo e, quindi, dal continuo e perenne mutamento. Il corpo, invece, è come un orologio, statico, ripetitivo e, soprattutto, meccanico. In pratica, l’orologio, quindi il corpo, è deterministico, mentre la nuvola, dunque la mente, è indeterministica.
La fisica classica concepiva un sistema deterministico, ma con la relatività di Einstein e in particolare con la meccanica quantistica sorge un sistema indeterministico, che non permette, pur avendo individuato la causa di un fenomeno, di determinarne le precise conseguenze.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email