pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

Critiche al Razionalismo e all'Empirismo


In Il fissarsi della credenza, Peirce spiega che « dubbio » e « credenza » sono i reciproci costitutivi della ricerca conoscitiva. Al dubbio è il momento di crisi, di revisione, che sorge a ogni ostacolo, a ogni novità esperienziale; è come un catalizzatore, senza cui la « credenza » non si accenderebbe, in quanto essa va calata nell'effettivo riscontro della sua efficacia pratica. Aver coscienza di ciò equivale ad aver presenti caratteristiche e limiti del modo in cui evolve il sapere umano. Pertanto, Peirce, contro il Razionalismo cartesiano, ritiene inverosimile che l'uomo abbia una intuizione immediata privilegiata del proprio essere pensante. Peirce è altrettanto polemico nei riguardi di ogni altra metafisica ,e gnoseologia razionalistica che pretende di ricavare deduttivamente i modi dell'essere e del pensiero. D'altra parte, al modello induttivo di ricerca, proprio dell'Empirismo classico, Peirce preferisce l'«induzione ipotetica», meglio compatibile con la propria concezione dell'obiettività scientifica.
Tutti gli organismi si trovano nella situazione di agire per adattarsi e per modificare l'ambiente in cui si trovano; essendo gli uomini integrati nel medesimo processo in cui si produce ogni altra esistenza, si trovano in situazione non dissimile dagli altri individui biologici (Dewey concorda col « sinechismo » di Peirce sostenendo la continuità qualitativa tra forme biologiche meno complesse e più complesse). Lo « squilibrio » è diffuso in ogni cellula, e nell'essere umano si manifesta come « bisogno »; dalla situazione di squilibrio (« esperienza problematica ») attraverso la ricerca, si perviene all'appagamento, come equilibrio momentaneo. Nell'articolata gamma dell'esperienze, solo alcune, e non necessariamente le più influenti, sono di tipo conoscitivo, e comunque le funzioni logiche si generano in modo non difforme rispetto alle altre esperienze e hanno il medesimo effetto: quello di rendere l'ambiente compatibile con l'individuo. Leggiamo in Logica, teoria dell'indagine: « La continuità tra le forme meno complesse e quelle più complesse, comporta l'esclusione di separazioni nette e salti, e della semplice ripetitività, nonché della riducibilità del più alto ai più basso... Una vita organica è un processo di attività che comporta un ambiente che la circonda e un'azione trasmessa »
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017