Ominide 1172 punti

La concezione della donna per Mill


Mill si concentra sull’uguaglianza tra uomo e donna e sulla discriminazione che colpisce le donne di ogni età e ceto, più profonda di quella che colpisce gli operai. La sottomissione femminile, infatti, è radicata nella società e nella mentalità comune, e sancita inoltre dalle leggi e dalle istituzioni. Esse sono sottomesse sia all’interno della famiglia sia all’interno della società, e Mill individua la radice di ciò nell’educazione infantile, che pone l’inferiorità femminile come un fatto naturale e legittimo.
Siccome gli uomini non vogliono solo l’obbedienza delle donne, ma anche i loro sentimenti (vogliono una donna consenziente), essi educano le donne fin da piccole a credere che il loro carattere ideale sia arrendevole e incline alla sottomissione, non dotato di volontà autonoma o autocontrollo. E’ dovere, infatti, per le donne, vivere per gli altri, abnegando se stesse per dedicare la loro vita a quella dei loro affetti, ovvero i mariti o i figli. L’attrazione tra sessi, la completa dipendenza della donna dalla volontà del marito e la buona reputazione come principale ambizione sociale (ottenuta solo attraverso il marito) concorrono a fare dell’essere attraente la stella polare attorno cui orbita l’educazione e la formazione del carattere femminile.
Nelle leggi e istituzioni dei paesi più avanzati, inoltre, le interdizioni nei confronti delle donne sono l’unico caso per cui alcune persone, per nascita, non possono mai competere per l’ottenimento di alcuni beni (a parte il trono, riservato solo ai successori ereditari). Tutto il resto è ottenibile da tutti gli individui di sesso maschile, persino la ricchezza, per quanto difficile sia raggiungerla. Le interdizioni delle donne, per il semplice fatto di essere donne, sono esempi unici nella legislazione moderna, per cui funzioni sociali superiori sono loro precluse per una fatalità di nascita.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email