Mongo95 di Mongo95
Ominide 4324 punti

Narciso: al suo amore risponde l’eco della natura (simbiosi). Narciso sembra presentarsi come un antagonista di Eros, ma in realtà lo rifiuta per l’eros proprio, essendo innamorato di se stesso. Anche se lui non sa di amare soltanto se stesso. La sua morte lo riconcilia anche con la natura, dato che dopo di essa rinasce come fiore. Un’analisi psicoanalitica: il narcisismo primario freudiano non è solo una fase di sviluppo della libido, ma un archetipo di un’altra relazione esistenziale con la realtà. Non è solo autoerotismo, ma fonde totalmente l’Io narcisistico con l’ambiente circostante. L’Io narcisistico rivolge l’amore verso se stesso perché non distingue se stesso dal resto dell’ambiente. Questo narcisismo sopravvive anche nell’Io maturo in un carta forma, cioè il “senso oceanico”, tendenza ad una forma di fusione erotica con il tutto. La tendenza narcisistica originaria che si conserva può diventare il punto di partenza per una visione complessiva diversa del reale, quindi la base per una civiltà diversa. Il concetto di sublimazione nel mondo della società repressiva è appunto legato al concetto di repressione, come forma di deviazione di ciò che veramente si desidera, dell’obiettivo istintuale. La carica narcisistica su di sè invece si sublima non essendo più orientata su di sé ma sul resto della realtà, quindi non in modo limitativo, ma traboccando diventa carica erotica che va su tutta la realtà. Il concetto di sublimazione viene allargato in senso non repressivo. Il punto: l’eros proprio di Narciso si espande poi alla totalità, diventando la base di tutta una nuova visione della realtà.

Orfeo liberatore e creatore (in quanto poeta), porta pacificazione tra uomo e natura. La simbiosi è ancora più spiccata che in Narciso. Quest ultimo introduce una dimensione erotica nuova, un eros proprio che diventa base per l’Eros generalizzato; ma così fa anche Orfeo, introducendo l’erotismo omosessuale. Entrambe forme di erotismo eversive rispetto alla norma vigente. Eros normale rifiutato non per un ideale ascetico, ma per un eros più totale. La repressione in quanto tale va proprio a colpire la sessualità e implica che si tratti soltanto di tipo riproduttivo e monogamico. L’eros orfico e narcisistico è il gran rifiuto di questo ordine.
La fantasia con funzione critica; arte che nega la non-libertà della situazione presente; miti che esprimono il gran rifiuto. Rivelano una nuova realtà con ordine proprio governato da principi diversi. Dimensione estetica in cui va ricercato e comprovato il nuovo principio di realtà. Le tre condizioni in cui si deve collocare la civiltà matura sono solo estrinseche, condizio sine qua non. Il contenuto della civiltà matura si sta ora progressivamente delineando: uscire dal mondo dell’organizzazione materiale del lavoro liberando il tempo e le energie per i valori della bellezza, contemplazione, sintonia con la natura.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017