Mongo95 di Mongo95
Ominide 7665 punti

Gehlen - Forza obbligante delle istituzioni


Ad un certo stadio della storia antropologica dell’uomo, i riti iniziano a venire eseguiti non più per il puro senso di obbligatorietà da cui l'essere umano ha preso le mosse, ma per cercare di ottenere dei risultati pratici tramite essi. L’emergere di finalità secondarie dalle istituzioni stesse è per così dire il primo passo del graduale imporsi di una visione del mondo critica e tecnico-scientifica e del distaccarsi del soggetto dalla istituzioni.
Soltanto nella modernità, soprattutto a partire dall’Illuminismo, si inizia ad aver sul piano storico l’allontanamento dalla percezione di sé legata all’istituzione. Nasce l’individualismo moderno, un processo che viene visto in chiave negativa, un “pericoloso guardare nell’abisso”, un processo di critica all’istituzione/cultura che una volta avviano porta inevitabilmente al loro annientamento, con individui che non riescono più a identificarsi con qualcosa di più che se stessi.
La chiave dell’interpretazione di Gehlen della modernità è che gli uomini delle moderne società occidentali non interpretano più se stessi a partire dalle istituzioni, rifiutano di accettare uno status che li vincoli integralmente e per tutta la vita ad un compito istituzionale, subordinato ad esso qualunque altro interesse vitale. Le istituzioni moderne perdono la forza obbligante e si limitano a svolgere le funzioni tecnico-pratiche necessarie alla vita della collettività. Il pericolo è il venire a mancare della stabilizzazione della plasticità pulsionale umana tramite riferimento all’altro da sé, carattere essenziale delle istituzioni. L’incontrollato emerge nella vita quotidiana del disordine istintuale dell’uomo moderno, che è caratterizzato da una accentuato e cronico soggettivismo, il costante tentativo di interpretare se stesso “saltando” il momento dell’identificazione con l’altro da sé. Si tratta di uno stato di cronica riflessione ed auto-osservazione dell’individuo moderno, in tentativi che non riescono a riscattarsi dall’incapacità di tradursi in azione stabile, duratura e portatrice di senso.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email