Ominide 1016 punti

Durante i suoi studi scrive tre saggi sulla teoria sessuale: Spesso alla base delle delle nevrosi si ha un aspetto sessuale che ammette una forma di sessualità infantile, cioè il sesso riguarda l'uomo da quando nasce.

La teoria sessuale è divisa in cinque fasi:
Prima fase di sviluppo psicosessuale: fase orale
La sessualità è legata alla pulsione di nutrimento in modo diretto: Il fluire lento e caldo del latte materno.

Seconda fase di sviluppo psicosessuale: fase anale
È collegato alle funzioni di minzione ed evacuazione come recupero di equilibrio.

Terza fase di sviluppo psicosessuale: Fase fallica
Il bambino scopre il suo corpo, maschio o femmina. Entra nell’edipo: il centro del piacere diventa quello.
Questa fase si sviluppa in pubertà: intorno ai 4/5 anni si entra in una fase edipica verso la madre per i maschi e verso il padre per le femmine.

Quarta fase di sviluppo psicosessuale: Fase di latenza

L'aspetto sessuale viene dimenticato fino alla pubertà.

Quinta fase di sviluppo psicosessuale: Fase genitale
In questa fase tutte le pulsioni si svegliano e si combinano, corrisponde all'età adolescenziale ed alla fase adulta.

Il bambino viene visto da Freud come ”perverso polimorfo” poiché il suo concetto di sessualità non è minimamente orientato alla riproduzione, ma esclusivamente al piacere.

Attraverso questi studi arriva anche a ragionare su Eros e Tanathos: accanto ad eros troviamo il sentimento della pulsione di morte, che viene teorizzata come elemento ontologico

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email