Ominide 847 punti

La metapsicologia: andare oltre la coscienza ,all’ inconscio e cerca di descrivere nella sua totalità la struttura e il funzionamento del soggetto.
Descrive la struttura dell’apparato psichico rappresentandolo come un insieme di funzioni e istanze ,luoghi psichici. Le decisioni secondo questa impostazione sono dette topiche e costruisce due tipiche differenti.
-Secondo la prima topica (elaborata intorno al 1915) l’apparato psichico si distribuisce in 3 aree, tre sistemi psichici distinti ciascuno con funzioni specializzate : inconscio preconscio e conscio, esse sono separate da linee di confine regolate dalla censura.
-conscio-> è la parte in rapporto con la realtà esterna. Qui si organizzano le idee ,i concetti è divisa dalla censura dal preconscio che trattiene gli elementi che possono risultare perturbanti.
-preconscio-> regola e filtra le pulsioni provenienti dall’inconscio ,i suoi contenuti sono potenzialmente accessibili alla coscienza (ricordi non attualizzati,contenuti di cui non siamo consapevoli ecc.).

-inconscio-> sede delle pulsioni , governato dal principio del piacere che segue la soddisfazione delle pulsioni . Non vi ne preoccupazione per la realtà esterna.
Nell’ inconscio domina il processo psichico primario fondato sul principio del piacere, nel sistema subconscio-coscienza opera il processo secondario basato sul principio di realtà che regola quello del piacere in base alle esigenze del mondo esterno. Nell’inconscio ci sono pulsioni e tracce mnestiche di eventi e traumi rimossi ,mentre allivello del preconscio-coscienza si articolano pensieri parole idee e linguaggio ,si organizza il pensiero e forme psichiche stabili.


-Successivamente nel 1920 riformula un SECONDA TOPICA dove organizza l’apparato psichico così:
1.L’ ES-> (ex inconscio) il processo primario portatore della libido è collocato ora nell’Es ,l’area dove sono presenti le pulsioni primarie guidate dal principio del piacere e costituisce un “deposito” dei contenuti psichici rimossi dalla coscienza.
2.IL SUPER-IO-> (ex censura) contrapposto all’Es , non era presente nella prima topica le quali medesime funzioni erano affidate alla censura. E’ gran parte inconscio , domina l’IO,lo controlla e lo giudica, è la coscienza morale e legge interiore la cui trasgressione produce un senso di colpa . E’ il depositario del modello ideale dell’IO e indica all’ IO come agire sulla base dei principi ,divieti,norme e educazione che ognuno di noi interiorizza.
3.L’IO-> mediazione tra Es e mondo, l’io deve far conto sia delle richieste del mondo esterno ,sia delle pulsioni dell’Es che con le pretese moralistiche e punitive del Super-Io.

L’ IO si costituisce come componente dell’energia dell’Es che si confronta con la realtà(l’io lega pulsioni profonde alle attività del pensiero) e sulla base di processi di identificazione e introiezione delle relazioni e delle esperienze più significative vissute nello sviluppo. L’io è il frutto delle elaborazioni delle esperienze e del rapporto con i genitori ei primi anni d’infanzia.
Nel conflitto tra Es e censura del Super-Io, l’IO mette in atto meccanismi di difesa da parte dell’IO,per eliminare o ridurre ogni situazione che possa turbare l’equilibrio psicofisico. L’attività di difesa può essere normale o patologica. I principali sono la rimozione che impedisce il riaffiorare alla coscienza di ricordi o pulsioni ritenuti pericolosi dal soggetto; la regressione ovvero ritorno ad uno stadio anteriore ; la sublimazione ovvero rivolgere le pulsioni sessuali verso altre attività; la proiezione attribuire ad altri propri sentimenti e l’intoriezione il soggetto fa proprie sensazioni altrui.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email