Lorep di Lorep
Ominide 1403 punti

Analisi delle correnti socialiste e comuniste

Marx ed Engels analizzarono a fondo le varie correnti socialiste e quelle comuniste e arrivarono a distinguerne 3:

1.Socialista reazionaria: criticava la società borghese e proponeva un ritorno alle condizioni pre - borghesi. All’interno vi erano però due concezioni diverse:

Socialismo feudale: Si oppone alla società borghese
per avvicinarsi a quella aristocratica.

Socialismo piccolo – borghese: Si oppone alla società borghese per avvicinarsi alle corporazioni.

2.Socialista conservatore borghese: (Proudhon ne è il maggiore esponente) che sostiene la borghesia ma propone un’abolizione del proletariato.

3.Socialista e comunista critico-utopistica: coglie con esattezza le contraddizioni della società borghese ma eccede nell’immaginare la società suddivisa in classi e soprattutto non immagina la classe operaia come rivoluzionaria.


Il programma comunista parte proprio da queste analisi e viene definito nel Manifesto. L’obiettivo principale del comunismo è l’abolizione della proprietà privata, non della proprietà privata in generale, ma di quella borghese, quella cioè connessa al capitale e che dunque sancisce un rapporto di subalternità tra imprenditore e proletario. Il secondo obiettivo è la conquista del potere politico da parte del proletariato (dittatura del proletariato) delineando così il progetto di una società che dovrà nascere proprio da una rivoluzione capitanata dal proletariato.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email