pexolo di pexolo
Ominide 6527 punti

Universo chiuso


Secondo il sistema tolemaico, la Terra era il centro dell’intero universo, un universo chiuso all’interno della sfera della stelle fisse e quindi finito; essa aveva questo nome perché le stelle non variavano la loro posizione le une rispetto alle altre, ma sembravano occupare sempre la stessa posizione, come punti luminosi ‘infissi’ nella sfera celeste, come i nodi in una tavola di legno. Immediatamente dopo la Terra c’era la sfera della Luna, sotto a cui il mondo sublunare era l’unico settore della realtà in cui avvenivano fenomeni di generazione e corruzione. Sotto la sfera della Luna si dirigeva il fuoco: secondo il De cielo e il Timeo, che costituivano l’immagine scientifica dell’antichità, si danno tre principali tipi di movimento, cioè intorno al centro, dal centro o verso il centro; i primi circolari e percorsi dagli astri, gli altri caratterizzano i corpi materiali sotto la sfera della Luna: il movimento naturale dal centro verso la sfera della Luna è compiuto dal fuoco, un elemento di per sé leggero, che tende a salire verso l’alto fino a raggiungere il suo luogo naturale, costituito dalla sfera della Luna, il movimento verso il centro è invece tipico dei gravi. Ci sono altri tipi di movimento, cioè quei moti intermedi di elementi che non sono di per sé né pesanti, né leggeri, ma pesanti in rapporto e leggeri in rapporto: si tratta dei movimenti dell’acqua e dell’aria. L’universo tolemaico, codificato dalla fisica aristotelica, è strutturato a strati: per quanto riguarda la Terra, la posizione più centrale è occupata dagli elementi più pesanti, sopra i quali c’è lo strato sferico dell’acqua, sopra ancora c’è lo strato sferico dell’aria e infine c’è lo strato sferico del fuoco, per cui la realtà viene ancora una volta letta alla luce dei quattro elementi, ognuno dei quali tende a raggiungere il proprio luogo naturale. Nell’antichità esiste un unico centro di gravitazione, costituito dalla Terra, che attrae tutti gli oggetti pesanti; per spiegare il perché la Luna non cadesse sulla Terra si argomentava dicendo che la Luna non è fatta di un elemento pesante.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email