Ominide 4479 punti

I sofisti furono i primi politici della storia,essi possedevano l'arte di educare gli uomini e prepararli alla vita politica. Il termine sofista significa sapiente. Essi spostano la propria riflessione filosofica dalla physis e il cosmo all'uomo. Inoltre mettono in evidenza l'arte della retorica e dell'oratoria e si basavano principalmente sul logos. Con loro inizia il periodo umanistico. La filosofia della physis era giunta ai limiti estremi ormai e vi furono varie situazioni sociali,economiche e politiche come la crisi dell'aristocrazia. Il potere crescente del demos(popolo) e ciò comportò la convinzione che l'aretè(virtù) fosse un qualcosa pervenuto dalla nascita quindi nacque il quesito: come si acquista la virtù politica? I sofisti rispondevano ai bisogni del momento e per loro la virtù si fondava sul sapere. Esigevano un compenso per vivere e diffondere il sapere. I sofisti si dividono in quattro gruppi: I maestri della prima generazione che sono Protagora,Gorgia e Prodico,molto incentrati sulla morale;gli Eristi che esasperano l'aspetto formale del metodo ma hanno poco interesse per il contenuto ed il ritegno morale; i sofisti politici che sfruttarono le idee sofistiche per la politica del loro tempo e la scuola naturalistica che principalmente aveva assunto il compito di privilegiare filosoficamente la natura.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email