Aisha_ di Aisha_
Ominide 74 punti

Vita di Pitagora

Pitagora nacque intorno al 570 a.C nella città di Samo, si dice che compì numerosi viaggi in Egitto e Oriente, venendo a contatto con le dottrine degli Egizi, Persiani, Ebrei e altri popoli. Intorno ai quarant'anni emigrò a Crotone, dove fondò una scuola. La scuola pitagorica, aveva il carattere di una setta religiosa i cui discepoli si differenziavano in acusmatici (o ascoltatori), ai quali era imposto il silenzio e una rigida disciplina di comportamento, e matematici, i quali potevano fare domande ed esprimere opinioni personali e ai quali venivano rivelate le dottrine più profonde del maestro. La figura di Pitagora divenne leggendaria e venerata come quella di un dio. Pitagora viene presentato come un uomo fuori dal comune: in grado di fare profezie e miracoli, di comunicare con le anime dell'aldilà, di ricordare le vite precedenti. I pitagorici erano legati alla casta sacerdotale e ai governi oligarchici e aristocratici; per questo, probabilmente, furono vittime di una sommossa popolare in cui i democratici incendiarono la scuola. Pare che Pitagora, riuscì a fuggire a Metaponto dove morì intorno al 490 a.C.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email