Ominide 481 punti

Il giuramento di Ippocrate


Il giuramento moderno non inizia sicuramente con un invocazione a Dio rispetto a quello antico (“Giuro su Apollo medico e su Asclepio e su Igea e su Panacea e su gli dèi tutti e le dee […]” – dal ‘Giuramento’ testo classico). La prima differenza che si evince dal giuramento moderno rispetto all’originale di Ippocrate è una mancanza relativa all’aspetto familiare: nell’odierno giuramento il medico non include la parte dove cita il rispetto verso chi gli ha insegnato il mestiere , non parla del voler insegnare e condividere a sua volta gli insegnamenti ai figli del maestro. (“[…] Riterrò chi mi ha insegnato quest’arte pari ai miei stessi genitori, e metterò i miei beni comuni con lui, e quando ne abbia bisogno lo ripagherò del mio debito e i suoi discendenti considererò alla stregua di miei fratelli e insegnerò loro quest’arte, se desiderano apprenderla, senza compensi né impegni scritti.” – dal ‘Giuramento’ testo classico). Il medico moderno possiamo dire che è una figura un po’ più ‘sola’ e concentra il suo giuramento esclusivamente sulla sua professione. La medicina antica si pensava contenesse un qualche beneficio divino e ritenuta di conseguenza ‘speciale’. Nel giuramento antico non è citata la parte dell’aborto poiché oggi il discorso di abortire o meno è discutibile e sono sorte delle leggi a riguardo. Nella Grecia antica è sicuramente ancora molto forte la classificazione sociale tanto che ci differenzia proprio ‘uomini, donne, liberi e schiavi’ quando nel giuramento odierno non c’è alcun tipo di allusione a classe sociale, sesso ecc. ma al contrario il medico giura proprio di essere totalmente imparziale con chiunque debba curare o visitare (“[…] In quante case entrerò, andrò per aiutare i malati, astenendomi dal recar volontariamente ingiustizia e danno e specialmente da ogni atto di libidine sui corpi di donne e uomini, liberi e schiavi.” – dal ‘Giuramento’ testo classico / “[…] Giuro di curare tutti i miei pazienti con eguale scrupolo e impegno indipendentemente dai sentimenti che essi mi ispirano e prescindendo da ogni differenza di razza, religione, nazionalità, condizione sociale e ideologia politica” – dal ‘Giuramento’ testo moderno)
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email