Chale02 di Chale02
Ominide 170 punti

Che cosa vuol dire filosofia?

La parola filosofia deriva dal greco, è composta da due parole: philo – sofia
Philo = viene usato davanti ad una parola e significa “amante di”
Sofia = sapienza (Sophos = il sapiente)
Filosofia = amante del sapere

Che cosa è l’amore per il sapere?

Molti filosofi cercano un significato a questo termine tra questi anche Platone (AMORE PLATONICO).

Cosa intendiamo per sapere? /il sapere è unico?

No, il sapere non è unico perché comprende molte cose.
La nostra società è basata su un concetto di “pluralità del sapere” e richiede una specializzazione.
Il sapere dei filosofi non è settoriale (lavoro), ma è il sapere per eccellenza; è IL sapere non uno tra tanti.
Il filosofo è insoddisfatto e per questo motivo cerca un altro tipo di sapere, quello universale e non specifico.

cosa intendiamo per sapere universale?

Una domanda sulla quale si basa la filosofia è:” chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo”. Gauguin dipinge un quadro proprio con questo titolo.
Il sapere settoriale non serve per saper rispondere a queste tre domande, mentre serve quello universale.
Ogni uomo è filosofo, non è il sapiente, ma ricerca sempre il sapere e non lo possiede mai. Il filosofo non smette mai di cercare il sapere. Questo sapere filosofico a differenza di quello settoriale non ha uno scopo pratico, ma viene considerato degno di essere cercato e amato. L’uomo ricerca questa sapienza nonostante non abbia uno scopo settoriale.
Sapere teoretico = con fine a sé stesso.
Sapere pratico = con fine a qualcosa d’altro.

Il filosofo sa di non sapere ed è per questo motivo che ricerca continuamente, infatti non è né sapiente né ignorante perché infatti nel primo caso non avrebbe bisogno di cercare in quanto conosce già tutta la sapienza, mentre nel secondo caso non saprebbe cosa cercare.
Nella cultura greca non vi era la divisione tra scienze e religione, in quanto queste era unite nella FILOSOFIA (vocazione unitaria).

Quando è nata?

La filosofia è nata nel VI secolo a.C. in Grecia, anche se in realtà non è nata all’interno della penisola Greca, ma nelle sue colonie in particolare nella Penisola anatolica (odierna Turchia) nella cittadina di Mileto in Asia Minore.
La Grecia si stava espandendo con la fondazione di nuove colonie anche nell’Italia Meridionale (pitagorici).
Grazie alla posizione favorevole della penisola la cultura Greca si incontra e si fonde con altre culture diverse (apertura degli orizzonti).
Il fermento dell’economia ha provocato una riflessione critica che porta a superare e mettere in discussione i dogmi e dei miti.
La filosofia, è il primo tentativo razionale di spiegare l’universo, infatti, i miti lo fanno tramite la fantasia e non tramite la ragione.
La filosofia non ricorre agli dei, ma ricerca una spiegazione razionale.
Nel VI secolo vi è una distinzione tra mito e logos.
Mytos = racconto con cause soprannaturali (dei);
Logos = parola greca che significa: discorso, pensiero e ragione con cause razionali (organo filosofia).
La funzione è la stessa, ma cambia il metodo, entrambe fanno ricorso alla parola (discorso/racconto) e cercano di spiegare l’universo.
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email