Genius 5605 punti

Democrito - Vita e opere

Il terzo fisico pluralista fu Democrito e fu il più importante dei tre per le influenze che ebbe nella formazione del sapere scientifico. Visse a cavallo tra il V e il IV secolo. Secondo i contemporanei di Democrito è poco importante sapere che cos’è l’archè e così i problemi fisici passano in secondo piano. I problemi più importanti sono quelli di ordine morale e politico, la felicità, il senso della vita. L’accusa ai filosofi era dunque quella di occuparsi di questioni troppo lontane e poco utili che avevano persino esiti tra loro molto discordanti e di non occuparsi delle vere problematiche dell’esistenza. Democrito parlò ancora di fisica (intesa come scienza della physis), ma poi si dedicò anche alla politica e alla morale. Una sua constatazione è che nella preistoria i primi uomini non si sono uniti in gruppi perché socievoli per natura, ma perché avevano capito che in comunità era più facile difendersi dalle belve feroci. Riteneva anche che il linguaggio non era stato introdotto dagli dei, ma inventato poco per volta dai primi uomini che sentivano la necessità di comunicare tra di loro. L’etica di Democrito è fondata sulla ricerca della tranquillità interiore e del benessere personale. Democrito è originario di Abdera, villaggio della Tracia (regione a nord della Grecia). Probabilmente è stato ad Atene diverse volte. Sicuramente invece andò in Egitto, ad Oriente e in molte città greche. Nel corso di questi viaggi ebbe modo di raccogliere molte esperienze che gli permisero di scrivere molte opere di cui ci sono rimasti solo dei frammenti. Oggi conosciamo il suo pensiero grazie ai filosofi successivi che ripresero la sua concezione. È il fondatore dell’atomismo e pensava che la realtà era formata da atomi, pensiero che fu poi ripreso da Epicuro.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email