Video appunto: Aristotele - Principi primi

I principi primi di Aristotele



I principi primi, vengono posti da Aristotele all’interno della logica. La logica è uno strumento che serve per argomentare, confutare e porre in contraddizione, ovvero dimostra.
Come esempio di dimostrazione, dimostriamo che la somma degli angoli interni di un triangolo è di 180º.
Per dimostrare qualcosa bisogna già conoscere qualcosa, però Aristotele afferma che non si può retrocedere all’infinito. Per questo servono dei principi primi, ovvero principi comuni a tutte le scienze. Ma, quali sono questi principi primi?
- principio di non contraddizione: questo principio afferma che non si può negare e affermare dello stesso oggetto, nello stesso tempo e rapporto → significato logico; un’altra definizione è che “è impossibile che la stessa cosa sia e non sia nel medesimo tempo e rapporto” → significato logico e ontologico. Questa seconda formulazione sembra la stessa formulazione di Parmenide. Ma allora, come si spiega il divenire mantenendo il principio di non contraddizione? Introducendo la possibilità di una qualificazione una cosa sotto due diversi aspetti.
- principio del terzo escluso: questo principio afferma che tra due proposizioni contraddittorie non esiste una terza possibilità, infatti una delle due deve essere obbligatoriamente vera;
- principio di identità: afferma che ogni cosa è uguale a sé stessa, ossia che una cosa non può essere nello stesso tempo essere e non essere sé stessa;