Alessandrini e Antiocheni
Fra IV eV secolo si registra un conflitto fra due scuole teologiche rivali: quella di Antiochia e quella di Alessandria d’Egitto.TaIe conflitto è soprattutto di natura cristologica e si articola, nel tempo, in varie fasi. La scuola antiochena è d’impronta razionalista e positiva, portata a rivendicare l’umanità completa di Cristo fino a compromettere quasi l’unità di soggetto con il divino (Diodoro).
La scuola alessandrina è allegorista, portata a porre l’umanità di Cristo in secondo piano, fino al rischio del monofisismo. Alla scuola antiochena appartengono Diodoro (esiliato nel 372, richiamato nel 378); Teodoro di Mopsuestia, vescovo prima di Tarso (376) e poi di Mopsuestia (dal 392) e morto nel 428; Giovanni Crisostomo (345- 407); Giovanni di Antiochia, contemporaneo di Nestorio; Teodoreto di Ciro (vescovo nel 423). Alla scuola alessandrina appartengono i vescovi d’Alessandria Teofilo (399-412), Cirillo (412-444), Dioscoro (444-451).
Hai bisogno di aiuto in Filosofia Antica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email