Come fare una mappa concettuale efficace per la tesina di terza media

mappa concettuale efficace

Il termine mappa concettuale è stato coniato da due studiosi, i quali sostennero che la rappresentazione grafica delle conoscenze “è un modo per far emergere i significati insiti nei materiali da apprendere”, in quanto costringe a riflettere sugli argomenti e a trovarne il nesso logico.
Così come una mappa geografica serve per orientarsi in un territorio, una mappa concettuale è strumento per interpretare, rielaborare e trasmettere conoscenze, informazioni e dati, visualizzando l’oggetto della comunicazione, i concetti principali, i legami che essi stabiliscono e, di conseguenza, il percorso del ragionamento.
Possiamo, perciò, affermare che una mappa concettuale è la rappresentazione grafica di concetti espressi sinteticamente (parole - concetto) all’interno di una forma geometrica (nodo) e collegati fra loro da linee (frecce) che esplicitano la relazione attraverso parole – legamento. Continua a leggere per scoprire come fare la tua mappa concettuale per il tuo esame di terza media 2020.



Cos'è e come fare una mappa concettuale efficace per l'esame di terza media

Una mappa concettuale ideata e organizzata correttamente permette, al momento del colloquio, un'esposizione chiara e precisa del percorso e una comprensione semplice e immediata dei collegamenti pluridisciplinari da parte dei professori. In questa guida cercheremo di capire come si fa una mappa concettuale da presentare al colloquio orale di terza media.

Creare una mappa concettuale o un percorso efficace per l'esame di terza media

Come fare una mappa concettuale? La mappa concettuale si sviluppa a partire da un “tema”. Con questa espressione intendiamo non solo “ciò di cui si parla” ma anche “la ragione per cui se ne parla”.
Scelto il tema, occorre trovare degli argomenti che siano collegati al tema da un nesso logico. Ecco un esempio mappa concettuale: se il tema è "Il sogno", questo è collegato:

- biologia: che succede al cervello dell'uomo quando sogna.
- psicologia: funzione del sogno
- letteratura: si possono trattare tutti gli autori che in tutte le lingue studiate (italiano, inglese, francese, latino, ecc.) parlano di questa tematica
- storia: i sogni dell'uomo divenuti realtà
- filosofia: filosofi che parlano del sonno o del sogno.

Ecco quindi come costruire una mappa concettuale nella quale:
1. Vi è un nodo radice, posto al centro della mappa, in cui è riportato il tema principale (i.e. sogno).
2. Attorno a questo si dispongono dei "figli" che contengono i vari argomenti di cui sopra, che devono essere collegati logicamente (e quindi graficamente tramite freccette) al tema principale.
3. Una mappa concettuale può avere un inizio e quindi un senso di percorrenza assegnato. Perciò conviene stabilire un inizio e ordinare i nodi figli in maniera tale che si possa passare dall'uno all'altro in maniera consequenziale (i.e se si vuole cominciare dalla letteratura italiana, si dovrà successivamente passare alla letteratura straniera o latina, e non alla biologia per poi tornare alla letteratura. Nel caso dell'esempio un buon ordine potrebbe essere: letteratura - filosofia - storia - psicologia - biologia).
4. Ricordate che la mappa è una sorta di scaletta del vostro discorso, rappresentata in via grafica. Pertanto i vari argomenti, ovvero i nodi della mappa, dovranno essere disposti seguendo un ordine logico. Le freccette che collegheranno ciascun nodo dovranno avere un ben preciso significato. Perciò ogni volta che collegate un nodo all'altro chiedetevi il perché. Se esso vi soddisfa, allora significa che il collegamento ha senso.

Se hai bisogno di qualche spunto, guarda la sezione Tesine di terza media
Skuola | TV
Digital Open Day con NABA: “Moda, design, comunicazione e arti visive. Passioni che danno un futuro?”

La situazione attuale ha impedito lo svolgimento dei classici open day a cui gli studenti erano abituati per orientarsi e conoscere le realtà accademiche a cui erano interessati. Skuola.net porta quindi l’orientamento universitario direttamente sui device degli studenti. Nella puntata della Skuola Tv saremo in compagnia di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti.

6 luglio 2020 ore 15:00

Segui la diretta