Ominide 8039 punti

Lo scalda-acqua a gas

E' un apparecchio per la produzione, di solito istantanea, di acqua calda mediante combustione di gas di città; è estremamente rapido, economico e conveniente, anche se più pericoloso nell'uso dello scalda-acqua elettrico.
Esistono anche scalda-acqua a gas ad accumulazione (di solito molto grandi ed in grado di coprire il fabbisogno di acqua calda di tutto un appartamento, dal bagno alla cucina); ma sono meno diffusi degli altri in quanto non hanno l'enorme pregio dell’istantaneità. Lo scalda-acqua istantaneo è in genere costituito da un serpentino in rame percorso dall'acqua, che circonda o attraversa una camera di combustione, in cui è contenuta la fiamma regolabile di un bruciatore a più fuochi.
L'apertura del rubinetto di erogazione dell'acqua provoca il flusso di questa nel serpentino e contemporaneamente, attraverso una valvola automatica, il flusso del gas al bruciatore, la sua accensione da parte di un'apposita fiammella, e l'erogazione dell'acqua calda. Il riscaldamento dell'acqua avviene soltanto durante la sua erogazione, ed è tanto maggiore quanto minore è il flusso dell’acqua stessa dal rubinetto e dentro il serpentino.

Questo tipo di scalda-acqua va sorvegliato durante l'accensione e l'uso, anche se è sempre provvisto di un dispositivo di sicurezza, che determina l'interruzione del flusso del gas in caso di spegnimento della fiamma. Va inoltre sottoposto a frequenti revisioni.

Lo scalda-acqua elettrico

Ad accumulazione (ne esistono infatti anche tipi ad immersione, consistenti in una resistenza elettrica collegata ad un'asta, che termina con un'impugnatura di materiale isolante; ma sono sconsigliabili perché estremamente pericolosi) è il più diffuso, noto e sicuro degli apparecchi per fornitura di acqua calda ad uso domestico. Ha però l'inconveniente di richiedere un certo tempo per portare l'acqua alla temperatura desiderata. Esso consiste in un grande serbatoio (da 30, 50, 80, 100 litri ed oltre) di lamiera a doppia parete, con isolante termico interposto (lana di vetro).
L'acqua fredda, immessa attraverso un tubo d'alimentazione collegato alla parte inferiore del serbatoio, viene riscaldata dal calore prodotto da una resistenza elettrica interna ad esso, e defluisce poi all'esterno tramite un secondo tubo di erogazione, parallelo al primo. Un termometro con interruttore automatico (termostato), pescante anch'esso nel serbatoio, garantisce all'acqua il raggiungimento della temperatura desiderata, e l'interruzione della corrente quando ciò sia avvenuto.

Benché il meccanismo di regolazione (e quindi di attacco e distacco della corrente) sia automatico, lo scalda-acqua deve essere sorvegliato, soprattutto se l'acqua ne defluisce troppo calda e frammista a vapore, e va isolato dal collegamento elettrico quando ci si assenta da casa per un certo tempo. Anche questo elettrodomestico esige di essere collegato a terra.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Tecnica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email