Ominide 2471 punti

Sarcomero

È l’unità contrattile del tessuto muscolare striato. Sono disposti uno dopo l’altro per formare miofibrille (fascetti contrattili), avvolte da una membrana, il sarcolemma.
Il sarcomero è costituito da due filamenti: l’actina (spessa) e la miosina (sottile).
Un’estremità dei filamenti di miosina prende il nome di testa di miosina e svolge 2 funioni:
- Si attacca ai filamenti di actina, permettendo l’accorciamento del sarcomero
- Funge da enzima, scindendo l’ATP in ADP+Pi, per produrre energia
Quando le fibre muscolari vengono stimolate, i filamenti di miosina si legano con la loro testa a quelli di actina. Esse spingono verso l’interno dei filamenti di actina, accorciando il sarcomero.

Sarcolemma

È la membrana – composta da membrana plasmatica e lamina basale – che ricopre le fibre del tessuto muscolare.
Ha la funzione di ricevere e condurre stimoli.
Le alterazioni della stabilità e del sistema di riparazione della membrana sarcolemmale possono portare a distrofia muscolare.

Sarcoplasma

Parte della cellula muscolare, nella quale sono immerse le miofibrille. È molto scarso nelle fibre muscolari striate. In esso le miofibrille sono avvolte dalle maglie del reticolo sarcoplasmatico; in quest’ultimo c’è un’elevata quantità di ioni Ca2+, necessari per la contrazione delle miofibrille. L’attività contrattile è mantenuta fino a quando gli ioni Ca2+ non vengono nuovamente sequestrati dal reticolo sarcoplasmatico.
Hai bisogno di aiuto in Educazione Fisica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email