Il paramorfismo è correggibile, può essere modificato perché coinvolge i muscoli (si accorciano e si allungano a seconda dei movimenti) e i dischi (si restringono o si gonfiano) ossia parti flessibili. Il paramorfismo è più frequente nei giovani perché velocemente cambiano le dimensioni corporee. Se uno cresce e non è in grado di tonificare la muscolatura cade nel tranello. Le cause del paramorfismo sono rachitismo, carenze alimentari, muscolatura ipotonica se uno non fa attività fisica assume più facilmente posizioni scorrette e costituisce un terreno fertile per il paramorfismo.
Bisogna intervenire per evitare che esso degeneri in dismorfismo. Se lo si fa nella fase giusta si può ottenere il successo sperato. La persona può fare una ginnastica correttiva mirata, oppure può volontariamente cercare di assumere la posizione corretta. Il dismorfismo è incorreggibile se non mediante intervento chirurgico perché interessa le ossa le quali, se subiscono una deformazione, non sono più modificabili. Si deformano le vertebre (ovvero la struttura ossea).

A volte l'iperlordosi e l'ipercifosi si completano a vicenda per una questione di equilibrio. Quando i muscoli addominali non sono tonici il peso dei visceri non è sostenuto e si tenderebbe ad andare indietro perciò si forma una curva di compenso. L'ortopedico individua la curva principale e cerca di correggerla. Il busto ha un ruolo passivo, costringe la persona a stare in una posizione corretta per molte ore al giorno. Sia il busto, sia la ginnastica correttiva si usano quando lo scheletro è ancora in crescita. Il paramorfismo diventa dismorfismo quando lo si è trascurato. Durante il passaggio la vertebra assume la forma cuneo, nella posizione viziata i muscoli lavoreranno sempre in maniera sbagliata: da una parte essi lavorano di più. Una volontariamente può raddrizzare la schiena, ma puoi torna subito nella posizione viziata perché gli sembra più comoda.
Legge di Delpech: l'azione della pesantezza sulla vertebra, quando è distribuita in maniera diversa provoca uno sviluppo anomalo delle vertebre. All'interno della curva la vertebra ha più peso da sopportare e si sviluppa di meno. Si può curare chirurgicamente con un ferro, a discapito dell'elasticità delle vertebre e a discapito della respirazione, oppure limitando le vertebre coinvolte.
Scoliosi --> È una curva o a destra o a sinistra sul piano frontale, cioè una deviazione delle curve fisiologiche. Le prime tre vertebre non sono coinvolte nei cambiamenti. A volte la scoliosi non ha bisogno del compenso perché la colonna vertebrale ha il peso che incide al centro dei glutei. Le cause della scoliosi più o meno sono le stesse del paramorfismo e del dismorfismo: pesi solo su una spalla, sporto tipo il tennis, sbilanciamento delle anche (dovuto alla lunghezza squilibrata degli arti inferiori).
Le vertebre, nella scoliosi, assumono una forma a cuneo e subiscono una rotazione - ruotano sulla se verticale - quando diventano un dismorfismo, nella rotazione si trascinano anche le coste. Il nome della scoliosi è dato dalla convessità. Si presenta in gradi lieve 20°, media 50°, grave >50°.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Fisica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email