Ominide 698 punti

Malattie dell'apparato cardiocircolatorio


1. Ipertensione: massima: 120 mm/hg
condizione morbosa caratterizzata da un aumento dei valori della pressione arteriosa sistolica o massima (rilevabile durante la sistole che è la fase di contrazione del cuore) e della pressione diastolica o minima (determinata dalla fase di riposo o rilasciamento del muscolo cardiaco).
2. Ipotensione: condizione caratterizzata da valori della pressione sanguigna inferiori alla normalità. L'ipotensione può manifestarsi in conseguenza di altre patologie, per esempio in presenza di uno scompenso cardiaco, di insufficienza dei surreni, di denutrizione e di disidratazione. ( minma: 80mm/hg)
Iperglicemia: Alta quantità di zucchero nel sangue.(max: 100m/dl)
Ipercolesterolemia: Alta quantità di colesterolo nel sangue. (max:200mm/dl)
Trombosi: formazione di TROMBI, ossia coaguli che si formano all'interno dei vasi e che ostruisce una vena superficiale.
Embolia: Ostruzione di un vaso causato dalla formazione di un EMBOLO, coagulo che si muove per il circolo sanguigno e può bloccare i capillari.
Aneurisma: Dilatazione progressiva "a palloncino" di un vaso sanguigno.
malformazione spesso congenita (=presente dalla nascita), ma che può essere anche acquisita con gli anni
Può essere di 2 tipi
all'aorta dominale= si può morire
all'aorta toracica= - diffuso
ICTUS: ischemico: mancanza del flusso sanguigno
emorragico: rottura di un vaso del cervello
molto più grave----> si può morire
Infarto del miocardio(=cuore):necrosi di una parte del muscolo cardiaco a seguito dell’ostruzione di una delle coronarie, arterie deputate alla sua irrorazione.
Aterosclerosi:L'aterosclerosi è una malattia degenerativa multifattoriale, che colpisce le arterie di medio e grosso calibro, infiammandole e irrigidendole a causa del deposito di grassi e globuli bianchi nella loro parete. Questi depositi (detti ateromi o placche aterosclerotiche) si depositano nello strato più interno delle arterie, quello in diretto contatto con il sangue.
Arterosclerosi; degenerazione della arterie caratterizzato dall’indurimento delle pareti di questi vasi del sangue.

Benefici attività sportiva

Fare attività fisica in maniera costante e ben organizzata (cioè allenarsi), determina un netto miglioramento della qualità e della quantità di lavoro che il cuore può esplicare con importanti effetti positivi
Aumento del volume dell cavità ( atri e ventricoli) cardiache, e della forza di contrazione del cuore ( si contrae co + potenza e sangue)
Aumento del diametro e del numero di capillari muscolari con relativo miglioramento del trasporto del sangue ( capilarizzazione)
Diminuzione della frequenza cardiaca
Aumento del volume del sangue e dei globuli rossi, i quali portano ossigenoo, ed è un beneficio poichè quando siamo in movimento i muscoli necessitano di un maggior apporto di ossigeno
Aumento delle capacità di neutralizzazione dell'acido lattico= Si tratta di un composto tossico per le cellule, il cui accumulo nel torrente ematico si correla alla comparsa della cosiddetta fatica muscolare.
Ridistribuzione del flusso sanguigno: Si riduce quello destinato agli organi inattivi x muscoli scheletrici in attività, i quali possono ricevere fino all'85-90% del flusso sanguigno totale.
Hai bisogno di aiuto in Educazione Fisica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email