Ominide 1069 punti

Tutti gli Stati che possiedono istituzioni democratiche (Italia compresa) presentano, nella reciproca Costituzione, un articolo che concede l'eguaglianza e la stessa dignità davanti alla legge.

Ma cosa è necessario per avere un'eguaglianza come si deve? Innanzitutto vi è bisogno di un'amministrazione giuridica votata all'imparzialità e in grado di garantire quello che viene chiamato il giusto processo. Tutto ciò è garantito ulteriormente dalla sottoscrizione delle leggi e dell'istituzione dei tribunali (tuttavia non bisogna fare confusione! La presenza di leggi scritte e di tribunali non significa che i diritti siano rispettati a pieno! Per rendere questa cosa a tutti gli effetti tale, bisogna che i giudici dei tribunali sottopongano tutti gli individui,innocenti e colpevoli,lo stesso trattamento e che tutti possano difendersi dalle proprie accuse).

Tuttavia l'uguaglianza delle persone nei codici della legislazione è un fatto prettamente moderno, infatti nel diritto romano non prevedeva questo, infatti è dimostrabile dal fatto che la schiavitù era un qualcosa di concesso. Inoltre, questi diritti furono soppiantati inizialmente con i principi giuridici delle popolazioni germaniche, assai più arretrare rispetto ai romani.

Più avanti, nella Francia alla vigilia della Rivoluzione, i nobili venivano processati in tribunali diversi rispetto a quelli in cui venivano sottoposti quelli del popolo.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Civica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email