Ominide 2487 punti

Wiligelmo: Storie della Genesi

Alla mano di Wiligerlo dobbiamo le Storie della Genesi, uno dei capolavori della scultura romanica. La storia, tratta dalla Bibbia, parla dei progenitori Adamo ed Eva e delle conseguenze del Peccato originale.
Se analizziamo le figure una per una sembreranno rozze, quasi infantili; in realtà sono adatte a esprimere massaggi semplici e incisivi, in grado di essere compresi da un pubblico di fedeli in gran parte analfabeti. Nella parte superiore di ogni lastra si può notare la decorazione a palmette, sovrapposte a una serie di arcatelle derivate da antichi modelli classici.
Le sculture preparavano il fedele a quanto avrebbe ascoltato in chiesa. Questa funzione didattica è sottolineata dal fatto che i personaggi principali hanno inceso a fianco il proprio nome (Adam, Eva).
Il racconto ha inizio con l'apparizione di Dio dentro una "mandorla", simbolo della luce divina, sorretta da una coppia di angeli. Con il fango, Dio crea Adamo a sua immagine e somiglianza. Nella scena successiva Dio crea Eva, mentre Adamo giace addormentato. Infine, nel Paradiso terrestre, Adamo ed Eva commettono il Peccato originale assaggiando il frutto proibito che un serpente (il demonio) avvinghiato all'albero del Bene e del Male, porge loro.

Nella seconda lastra Dio sorprende i progenitori e li rimprovera severamente: i loro gesti esprimono disperazione. Quindi un angelo, che impugna una spada, li caccia dal Paradiso terrestre; essi si allontanano a testa china. Sulla Terra Adamo ed Eva devono lavorare per vivere: Wiligelmo li rappresenta intenti a zappare, i corpi coperti da pesanti abiti per ripararsi dal freddo.
La terza lastra è dedicata a Caino e Abele, figli di Adamo ed Eva. Nella prima scena viene raffigurata un'offerta a Dio, al centro, sopra un altare. Ai lati Abele regge un agnello e Caino per invidia uccide Abele con un grosso bastone. Dio (posto all'estrema destra), dopo averlo interrogato, lo maledice per questo suo gesto.
L'ultima lastra racconta la fine di Caino, ucciso da una freccia del cieco Lamech, guidato da Dio. Dio, constatata la malvagità degli uomini, provoca il diluvio universale. Possiamo vedere Noè e la moglie che si sporgono dall'arca. Infine, quando la collera divina ha avuto termine, Noè e i figli tornano a terra.

Hai bisogno di aiuto in Educazione Artistica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email