Sapiens Sapiens 11888 punti

Da una teoria della crescita a una teoria dello sviluppo


Perché teoria dello sviluppo e non teoria della crescita? Nel linguaggio comune, infatti, i termini “crescita” e “sviluppo” vengono spesso utilizzati come sinonimi. Non è così però in ambito economico, dove "teoria della crescita" e “teoria dello sviluppo” designano invece campi di ricerca diversi: la prima si occupa dei fattori alla base dell’incremento del reddito lordo pro capite di un Paese,studiando i possibili sentieri di espansione di un sistema economico; la seconda invece si occupa dei fattori che determinano il livello relativo del reddito pro capite di un Paese rispetto a quello di altri Paesi, con particolare riferimento alle economie in cui il Pil per abitante è inferiore ai 365 dollari l’anno, ovvero a un dollaro al giorno (adottando gli Stessi prezzi degli Stati Uniti, ovvero misurando il tutto in termini di parità dei poteri d’acquisto).

Si tratta certamente di problematiche non distanti tra di loro, che si richiamano e si intrecciano continuamente, ma la distinzione è opportuna, soprattutto se si considera che non sempre la crescita implica sviluppo poiché, come vedremo nel corso di questa lezione, può accadere che il reddito di un Paese, assoluto e pro capite, cresca senza necessariamente implicare che la popolazione possa mediamente godere di standard di vita migliori. Perché oltre alla crescita ci sia anche sviluppo, infatti, è necessario che l’incremento del reddito si accompagni a una sua distribuzione diffusa tra la popolazione.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze