Ominide 11266 punti

La struttura della bilancia dei pagamenti


Tutte le transazioni economiche che si svolgono tra i residenti di un Paese e i Paesi stranieri vengono registrate in un prospetto contabile che si chiama bilancia dei pagamenti.

La bilancia dei pagamenti, in generale, non considera separatamente le transazioni che avvengono tra singoli Paesi, anche se ciò é possibile, perché questo richiederebbe la compilazione di numerosissimi prospetti, ma tende a esaminare í rapporti che si stabiliscono tra un Paese e il resto del mondo, considerando quest'ultimo come se fosse un unico grande Paese.

Gli scambi registrati nella bilancia dei pagamenti si suddividono in tre gruppi (o sezioni) aventi caratteristiche e determinanti diverse, e che è perciò opportuno considerare separatamente: le partite correnti, i movimenti di capitale, i movimenti monetari compensativi.


Rapporti tra monete


Prima di procedere nell'analisi specifica delle singole voci, tuttavia, conviene fare una premessa. Come è noto, ogni Paese (o area valutaria) ha una propria moneta, che è la manifestazione concreta della sovranità dello Stato. Poiché le transazioni internazionali avvengono con Paesi diversi, esse possono essere definite e regolate nelle valute più diverse, cosicché, per poterle confrontare tra di loro, è necessario tradurle tutte nella stessa unità di conto, per esempio in moneta nazionale. Ciò viene fatto utilizzando per la conversione il valore relativo delle monete, chiamato tasso di cambio. Così, per esempio, le importazioni e le esportazioni degli Stati Uniti possono essere convertite da valori in dollari in euro, e così via per le transazioni che avvengono con il Giappone, o altri Paesi. In questo modo è possibile misurare nella stessa unità di conto, cioè in valuta comune, tutte le transazioni di un Paese, al fine di individuare il totale delle entrate e quello delle uscite.
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017