Eliminato 896 punti

Le strategie aziendali e la pianificazione strategica

Per le aziende, a causa della globalizzazione dei mercati e della concorrenza sempre più pressante, risulta vitale predisporre un “piano di azione”, ovvero una strategia che permetta loro di affermarsi e di emergere in una realtà così complessa. Si può dunque affermare che la strategia non sia altro che la determinazione di obiettivi e la definizione delle modalità con cui raggiungerli. Quindi la pianificazione strategica è un processo con il quale si definiscono obiettivi di lungo termine dell’azienda. Gli obiettivi vengono definiti sulla base di quella che è la “missione” dell’impresa, ovvero i suoi valori chiave.
La scelta degli obiettivi non può prescindere da un’accurata analisi dell’ambiente esterno e anche dell’ambiente interno. Fondamentale è individuare i F.C.S. (fattori critici di successo), ovvero delle variabili che coincidono in modo significativo sulla possibilità per l’impresa di assumere una posizione competitiva all'interno del suo settore.

Le strategie possono essere definite su tre livelli:
- a livello aziendale o di gruppo;
- A livello di “business unit”;
- A livello funzionale.

Gli strumenti attraverso cui si quantificano e quindi si formalizzano gli obiettivi strategici sono i piani. Il “business plan” rappresenta l’intero processo di pianificazione della gestione aziendale. L’insieme dei piani solitamente copre un periodo che va dai tre ai cinque anni e si realizza attraverso la formulazione di piani operativi annuali, ossia di “budget annuali”. L’analisi degli scostamenti tra i dati consuntivi, storici e i dati di budget, permette di individuare le eventuali operazioni correttive ed anche di aggiornare il piano.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità