Ominide 6621 punti

Attraverso la produzione e il consumo l'uomo si procura e utilizza i beni e i servizi per soddisfare i suoi bisogni. Ma via via che questi sono diventati più complessi e numerosi, ecco che il singolo individuo non è più stato in grado di procurarsi da solo quanto gli era necessario. Sono sorti così dei complessi organizzati capaci di operare in campo economico in modo specializzato e con maggiore efficienza rispetto al singolo: a tali complessi si dà il nome di aziende.

Sono esempi di aziende: le famiglie, lo Stato, i negozi e i supermercati, gli ospedali, le banche, le officine meccaniche, le grandi industrie, ecc.
Ogni azienda è caratterizzata da alcuni fondamentali elementi costitutivi, che sono: la struttura organizzativa, le persone, i beni economici, le operazioni e il fine.
I vari elementi costitutivi dell'azienda sorto tra loro collegati e coordinati in modo da concorrere al raggiungimento di un ben preciso fine: per questo si dice che l'azienda è un sistema. In particolare, l'azienda è un sistema nel quale i problemi vanno impostati e risolti secondo la logica economica, cioè scegliendo sempre la combinazione più favorevole tra mezzi da impiegare e risultati ottenibili. Il sistema azienda ha le caratteristiche qui di seguito sintetizzate.

1. È un sistema aperto, perché è parte di un macrosistema, l'ambiente esterno, con il quale esso interagisce. L'azienda, infatti, opera in un preciso contesto politico, sociale, economico e culturale che ne condiziona l'attività. Ma, soprattutto, essa compie una molteplicità di atti di scambio sui mercati dei fattori produttivi, dove si procura materie prime, fonti di energia, capitali, lavoro, tecnologie, ecc., e sui mercati di sbocco, dove vende i prodotti e i servizi da essa ottenuti.

2. È un sistema dinamico, perché, per sopravvivere come organismo indipendente, l'azienda deve continuamente adattarsi al cambiamenti che intervengono nell'ambiente esterno.

3. È un sistema cibernetico, perché è dotato di meccanismi di controllo, volti a verificare le conseguenze delle azioni svolte e la congruità di queste rispetto agli obiettivi perseguiti, per adottare, se ne è il caso, eventuali azioni correttive.

Nella sua attività, l'azienda intreccia rapporti con numerosi operatori (fornitori di beni e di servizi, clienti, banche, dipendenti, ecc.), verso i quali sorgono specifici diritti e obblighi che fanno capo al suo soggetto giuridico. Questo può essere: una persona fisica (o una pluralità di persone fisiche), come avviene nelle aziende individuali e nelle società di persone, i una persona giuridica, ossia un complesso organizzato di persone e di beni al quale l'ordinamento giuridico riconosce la qualità di soggetto di diritto distinto dalle persone fisiche che lo compongono; è quanto avviene nelle società di capitali.

Il soggetto economico, invece, è quello che ha il potere di gestire l'azienda, cioè di governarla secondo le proprie vedute e i propri interessi. Spesse volte, però, questo soggetto, non coincide con il titolare degli obblighi e dei diritti aziendali e, allora, è importante saperlo individuare, perché solo conoscendone l'identità si comprendono pienamente certe scelte aziendali che altrimenti potrebbero apparire poco chiare o irragionevoli.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017