Bannato 1124 punti

eremy Rifkin nacque nel 1943 a Denver, laureato in Economia e in Affari internazionali ed è uno dei massimi esperti in energie rinnovabili. Attivista del movimento pacifista statunitense negli anni Sessanta e Settanta , fonda nel
1969 la Citizens Commission, con l'intento di portare alla luce i crimini di guerra perpetrati dagli Stati Uniti durante il conflitto in Vietnam. Verso la fine degli anni Settanta rivolge la sua attenzione alle biotecnologie. E' fondatore e presidente della Foundation on Economic Trends (FOET) che studia l'impatto economico, ambientale , sociale e culturale delle nuove tecnologie introdotte nell'economia globale. Rifkin è considerato tra le 150 personalità che maggiormente influenzano l'amministrazione statunitense e mondiale.
Tra le sue numerose opere, ricordiamo Ecocidio, uscito in Italia nel 2001, che contiene una pesante presa di posizione contro la cosiddetta "cultura della bistecca" imperante in Occidente e messa sotto accusa sia perchè causa di numerose malattie sia perchè all'origine di squilibri nutrizionali (infatti i bovini dal macello sono nutriti con una enorme quantità di cereali che potrebbe invece servire per sfamare i paesi poveri). In un'altra opera dal titolo La fine del lavoro (1995), Rifkin parla dell'influenza esercitata dalla tecnologia sull'occupazione e, prevedendo l'imminente definitivo trionfo delle macchine

sul lavoro umano, propone possibili soluzioni per ridurre l'impatto sociale provocato da questa trasformazione.
Inoltre Rifkin, in un saggio del 200, delinea un futuro in cui le idee e le conoscenze saranno le principali fonti di ricchezza , mentre il possesso di beni materiali diventerà un limite alla capacità di adeguarsi al cambiamento.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email