Ominide 4173 punti

Registrazione delle quote di ammortamento


Al 31/12 dobbiamo registrare le quote di ammortamento relative alle immobilizzazioni immateriali e materiali (beni strumentali), sono costi pluriennali il cui costo d’acquisto (costo storico) deve essere ripartito in base agli anni di vita utile del bene. L’ammortamento è quindi una metodologia contabile che suddivide un costo in varie quote che incidono sul reddito dei vari anni.

La vita utile del bene strumentale viene stimata considerando:
• L’obsolescenza (= invecchiamento tecnologico)
• La senescenza (= logorio fisico e tecnico del bene)
• L’adeguatezza (= il bene può risultare non più adeguato ai cambiamenti dell’impresa)
L’importo delle varie quote annue sono costanti. Contabilmente le quote si registrano considerando il costo dell’esercizio (Ammortamento.) e contemporaneamente registriamo la diminuzione di valore che subisce il bene per effetto del suo utilizzo e stranamente è una VE+ (meno costi pluriennali, FONDO AMMORTAMENTO ……….).
Ogni anno registriamo la quota di ammortamento che va a diminuire il reddito, mentre il fondo ammortamento aumenta ogni anno. Importante conoscere il valore contabile del bene dato dalla differenza fra costo storico e fondo ammortamento, che corrisponde al valore contabile del bene.
I terreni non si ammortizzano.
Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email